Olio Evo: quali sono i benefici e dove trovarlo

L’olio extravergine d’oliva, detto anche “olio EVO” è un tipo di olio che deriva dalla macinatura meccanica e a freddo delle olive. La temperatura, per legge, deve essere inferiore a 28-30 gradi, in modo da non alterare in alcun modo le sostanze presenti, e l’acidità non deve mai andare oltre lo 0,8%. Solo rispettando questi parametri possiamo parlare di vero olio Evo. Questa tipologia, destinata all’uso alimentare, rappresenta quella più pura (extravergine appunto) in commercio e contiene numerose proprietà, oltre ad un gusto unico tipico del Mediterraneo.

L’olio extravergine contiene molte calorie, quasi 900 per 100 grammi, e grassi così suddivisi: acidi grassi monoinsaturi (73 grammi), saturi (14 grammi) e polinsaturi (11 grammi), oltre a irrilevanti quantità di ferro, vitamina E, sodio, calcio e potassio. Per queste ragioni il consumo dell’olio può essere quotidiano ma deve avvenire in maniera moderata e controllata, cercando di non superare mai la quantità di 4-5 cucchiai al giorno, preferibilmente a crudo.

L’olio Evo contiene sostanze nutritive interessanti ed utili per la salute dell’organismo e ha delle proprietà che aiutano a mantenersi in salute. L’acido oleico contenuto in questo prezioso alimento migliora i livelli del colesterolo di tipo HDL, quello “buono” e contribuisce a renderlo facilmente digeribile anche da soggetti più delicate come i bambini piccoli, mentre i polifenoli contengono proprietà benefiche utili alla prevenzione del cancro.

A differenza di altri oli di tipo vegetale, quello Evo si caratterizza per la presenza di sostanze antiossidanti che proteggono l’organismo dai radicali liberi riducendo i sintomi dell’invecchiamento e negli ultimi anni, numerosi studi scientifici hanno confermato che l’olio extravergine d’oliva è in grado di prevenire malattie come il diabete e l’Alzheimer, proteggere il fegato e ridurre i rischi di tumori al seno e/o al colon.

Un utilizzo regolare di olio Evo protegge il cuore e le arterie, riducendo di conseguenza i rischi di ictus (grazie ai polifenoli) e dona un maggiore senso di sazietà dopo mangiato.

Uno dei primi parametri per capire se siamo di fronte ad un vero olio extravergine d’oliva è guardare il prezzo, poiché qualora fosse troppo basso potrebbe significare che non sia un olio di qualità eccellente e che probabilmente sia realizzato con oli mescolati e provenienti anche da paesi europei o extraeuropei.

La garanzia di acquistare un olio evo la possiamo trovare acquistando il prodotto da una persona di fiducia o da un frantoio. Preferite oli provenienti dalla vostra regione o al massimo da altri luoghi in Italia, anche perché spesso il gusto di un olio varia da regione a regione o addirittura anche da una località ad un’altra, in base alle diverse varietà di olive, al modo in cui vengono raccolte e alla loro lavorazione.

Un altro passaggio fondamentale per capire se siamo di fronte ad un olio Evo oppure no è quello di leggere con attenzione l’etichetta, che deve essere chiara, indelebile e ben leggibile e deve riportare il nome del prodotto, il volume nominale, la data di scadenza, la denominazione di vendita e, ultimo ma non meno importante, la provenienza.

Commenta

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi